Mantenere la concentrazione, ottimizzare il tempo a propria disposizione, portare a termine un compito in maniera brillante. Sono le sfide ognuno di noi si trova di fronte, ogni giorno, sul posto di lavoro: una continua corsa contro il tempo, vero? Sapete di cosa parlo.

Niente panico, gestire l’ansia è possibile! Prima di tutto ricordandoci quanto amiamo il nostro lavoro 😉 e facendo affidamento a consolidate tecniche utili ad organizzare il tempo. La Tecnica del Pomodoro (Pomodoro TechniqueTH), creata da Francesco Grillo negli anni ’80, è la mia preferita: mi dà modo di valutare obiettivamente il mio lavoro e avere la corretta percezione del tempo: fondamentale quando ci sono scadenze strette da rispettare.

La Tecnica del Pomodoro nasce con l’obiettivo di utilizzare il tempo come un utile alleato per realizzare le proprie attività nel modo desiderato e consentire un continuo miglioramento nel proprio processo di lavoro. Per metterla in pratica vi serve un timer da cucina (da qui il nome), ma potete servirvi anche di una comoda app come Pomodoro One o e.ggtimer. In un foglio appunterete:

  • progetti della settimana
  • to do list della giornata

Al mattino selezionate le attività che avete intenzione di svolgere durante la giornata e appuntatele nella To Do List, ordinandole per priorità. Programmate il timer per 25 minuti, al termine prendetevene 5 di pausa.  Non ne bastano 25? Usate più Pomodori, segnate a fianco di ciascuna attività quante  mezz’ore vi sono servite, poi depennatela. A fine giornata potrete valutare il tempo dedicato a ciascuna attività e valutate il vostro lavoro, con il fine di migliorare la vostra produttività.

L’idea di mantenere la concentrazione per soli 25 minuti è psicologicamente più allettante del pensiero di dover occuparsi per ore di un’attività specifica. Ma attenzione ad alcune regole inviolabili:

  • un pomodoro è per definizione “indivisibile”, quindi non si può fermare il timer, nemmeno se ci sono delle interruzioni
  • i minuti non possono essere ridotti a meno di 30
  • aggregate le attività veloci e spezzate quelle lunghe, in modo che ciascuna vi richieda minimo un Pomodoro e massimo 5
  • idealmente dovresti spegnere il cellulare per 25 minuti

Il successo di questa tecnica sta tutto nella chiara e precisa cognizione del tempo che si ottiene: questo fattore è decisivo per concentrarsi al meglio. Tu quali tecniche usi per organizzare il tuo lavoro?

 

Condividi In Risalto!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *